Seleziona una pagina

Quando un’azienda invia una richiesta per un ricambio di un giunto tessile per il proprio impianto, spesso i dati sono incompleti o solamente abbozzati. La confusione in materia è tanta, per questo è bene fare chiarezza, così da avere a disposizione tutte le informazioni adeguate a stilare una domanda completa.

 

Il giunto tessile è composto da una parte tessile e da una parte metallica. Generalmente, negli impianti, la parte da rimuovere e sostituire è soltanto quella tessile.

Prima di richiedere una quotazione per il giunto, dunque, è necessario raccogliere una serie di dati che ti permetteranno di avere una consulenza specifica.

 

I dati necessari: check list

 

Per procedere a una quotazione corretta, in assenza di un disegno dettagliato del singolo item, è bene tener presente almeno i sette punti di seguito elencati, ma ogni informazione aggiuntiva è sempre ben accetta.

Innanzitutto, dunque, bisogna considerare:

  • le dimensioni interne, inteso lato A x B, oppure il diametro del giunto;
  • l’orientamento delle flange e loro altezza: le flange servono per stabilizzare ulteriormente i movimenti, dunque bisogna conoscerne la disposizione per adattarle correttamente al giunto, che, infatti, può essere a flange orizzontali, ovvero una fascia piana, oppure a flange verticali, perpendicolari al condotto (oppure addirittura composto da flange ibride);
  • la distanza tra le flange, ovvero la larghezza di installazione del giunto;
  • la tipologia di fluido – informazione di vitale importanza, senza la quale è impossibile proporre una stratificazione del giunto adeguata;
  • la temperatura d’esercizio, per decidere che tipologia di giunto e quale combo di tessuti e feltri impiegare per comporlo;
  • la pressione a cui il giunto sarà sottoposto (è bene considerare che la resistenza massima del giunto tessile, proprio per le sue caratteristiche, è di 2000 mm di colonna d’acqua, ovvero 0,2 bar);
  • i movimenti dell’impianto, necessari per comprendere che tipo di dilatazioni il giunto andrà a compensare.

 

Fornire all’azienda produttrice queste informazioni risulta indispensabile per la produzione del giunto adatto all’impianto.

 

Le configurazioni del giunto possono essere diverse: aperti o chiusi, con fori o senza fori, con bolster o senza bolter, completi di carpenteria o senza, a seconda delle esigenze del cliente. Non va dimenticato che la composizione di un giunto è un lavoro di precisione, studiato ad hoc per l’impianto e questo richiede un elevato know-how.

 

Noi di New Componit, ad esempio, abbiamo progettato e costruito una sala prove dove poter testare e analizzare i nostri materiali al fine di proporre sempre al Cliente il prodotto che più  soddisfi le Sue esigenze.

In questo modo siamo certi di raggiungere sempre le migliori condizioni di sicurezza ed affidabilità. Abbiamo la possibilità di testare sia materia prima che prodotti finiti, dai tessuti ai feltri, dai cuscini ai giunti. Il nostro banco prova può raggiungere temperature di 600 °C per poter sottoporre i prodotti alle condizioni più estreme.

 

A differenza della materia prima, i test sul prodotto possono essere effettuati solamente dopo aver acquisito le informazioni necessarie alla composizione del giunto. Senza dati corretti, si rischia di analizzare alla cieca, esaminando prestazioni che magari non sono necessarie o viceversa.

 

Il check-up degli impianti

 

Appare piuttosto evidente, dopo quanto detto finora, che i giunti di dilatazione tessili non siano tutti uguali

È altrettanto palese che si tratta di componenti da non sottovalutare, in quanto ricoprono un ruolo fondamentale per il corretto funzionamento di tutto l’impianto.

 

Per questa ragione, è buona norma effettuare un’accurata analisi periodica di tutti questi particolariL’ideale sarebbe eseguire un’analisi termica (termografie) con cui  monitorare e valutare il funzionamento dei giunti tessili.

I giunti tessili, infatti,  sono componenti che vanno riparati o sostituiti al primo segno di usura, al fine di garantire l’efficienza dell’impianto, tutelare l’ambiente e salvaguardare i lavoratori.

 

New Componit è un’azienda che opera da oltre 30 anni nella produzione di manufatti customizzati per il trattamento del calore.

 

Lo studio e la continua ricerca su materiali e tecniche produttive ci ha permesso di offrire ai nostri clienti prodotti altamente performanti e innovativi.

Con il nostro programma customizzato Efficiency Box® avrai analisi, progettazione supporto costante da parte dei nostri tecnici specializzati.

 

Ti garantiamo: 

  • Test d’efficienza
  • Team specializzato dedicato
  • Assistenza post vendita e controlli periodici
  • Certificazioni e garanzie

 

New Componit, offrendo anche un servizio di riparazione e manutenzione, permette di ridurre al minimo le costosissime interruzioni di produzione del tuo impianto.

Vuoi saperne di più sul nostro programma Efficiency Box®?

 

Scopri di più qui

 

 

Tommaso Gatto
Export Manager

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Aiutaci a realizzare un servizio migliore per te, compila questo form: ci impegniamo a mantenere i tuoi dati personali al sicuro.

You have Successfully Subscribed!