Seleziona una pagina

In un sistema di tubazioni i giunti e i raccordi filettati in forma di flange, piuttosto che giunzioni, prese o giunti di dilatazione sono ovviamente all’ordine del giorno.

Le flange

All’interno di un sistema di tubature la flangia è dunque un pezzo meccanico destinato ad accoppiamento non permanente fra due condotti. Sono punti in cui pressione, calore, vibrazioni sono particolarmente forti e soprattutto punti strutturalmente deboli, proprio in quanto punti di contatto fra diversi raccordi.

Sono punti che non possono essere saldati per aumentarne la resistenza, in quanto devono permettere lo scollegamento fra le tubazioni per manutenzioni programmate o accidentali.

Perché coprire le flange

In virtù del loro essere “punto debole”, all’interno di un sistema di tubazioni, è importante andare a coprire le flange in modo che gli operatori possano lavorare in totale sicurezza.

Gli accoppiamenti flangiati attraversati da prodotti chimicamente aggressivi o da qualunque prodotto potenzialmente nocivo costituiscono una fonte di rischio per la sicurezza del personale, in caso di cedimento infatti il liquido che scorre all’interno può essere proiettato dall’accoppiamento a flangia in un ampio raggio e con un’energia cinetica elevata (un fenomeno detto “Jet Fire”).

Proprio per questo, gli accoppiamenti a flangia devono essere dotati di una protezione adeguata contro questi eventi.

Come coprire le flange?

Per coprire correttamente le flange ci sono due strade che possono essere intraprese: utilizzare dei copriflange metallici oppure tessili.

I copriflange metallici sono realizzati in diverse tipologie di acciaio inox, a seconda del fluido che attraversa le tubazioni, per cui in caso di perdita il copriflangia tenderà a contenere il fluido al proprio interno, facendolo poi gocciolare a terra, eliminando quindi la pressione che lo renderebbe estremamente pericoloso.

In particolare i copriflange metallici New Componit sono realizzati in Stainless Steel 304, Stainless Steel 316 L e Stainless Steel 310.

I copriflange metallici sono molto resistenti, hanno una durabilità molto elevata, ma hanno la controindicazione che non contengono il calore.

I copriflange tessili sono invece progettati con tessuti tecnici realizzati ad hoc, a seconda del tipo di fluido che viene convogliato nelle tubazioni e dalla temperatura che può essere raggiunta. Fra i materiali che possono essere utilizzati ci sono la fibra di vetro e il PVC.

Rispetto alle controparti in metallo i copriflange tessili hanno il vantaggio di essere anche termoisolanti. È una particolarità rilevante in tutte le situazioni in cui i fluidi che scorrono interno alle tubazioni sono particolarmente caldi, in quanto l’operatore può lavorare nelle prossimità della flangia senza timore di bruciature.

Inoltre, essendo “custom-made” i copriflange tessili possono essere impiegati in punti dove la coibentazione tradizionale in metallo non è utilizzabile, perché manca lo spazio per il suo inserimento o per la conformazione stessa dell’impianto, per cui la flangia è in un punto “scomodo” o è stata disegnata in modo particolare.

Sei alla ricerca di un fornitore per mettere in sicurezza le tue flange?

New Componit è un’azienda che dal 1986 opera nel settore dei giunti tessili e delle coibentazioni tessili industriali. La nostra esperienza nel progettare soluzioni su misure per tutti i nostri clienti può garantire la certezza della soluzione ad ogni problema relativo alla sicurezza e alla dispersione termica negli impianti.

Se vuoi saperne di più clicca qui sotto, siamo a tua disposizione:

 

Scopri di più qui

 

 

Luca Mattioli
Sales Engineer

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Aiutaci a realizzare un servizio migliore per te, compila questo form: ci impegniamo a mantenere i tuoi dati personali al sicuro.

You have Successfully Subscribed!